Vai ai contenuti

Menu principale:

Cima Fontana

Salita alla Cima Fontana (mt 3.070)

La Cima Fontana si trova nel settore orientale del gruppo del Bernina,in una delle zone meno conosciute e frequentate della Valmalenco, ma caratterizzata da un paesaggio unico, quasi 'lunare', tipico dell'ambiente glaciale/morenico di quest'area. La presenza di diversi laghetti di origine glaciale rendono ancora più interessante il percorso.


La cima, grazie alla sua elevazione e alla posizione distaccata rispetto alle altre vette, offre un panorama unico sulle valli di Campo Moro e di Poschiavo, oltre che su tutta la sezione orientale del Gruppo del Bernina. A est inconfondibile la vista sul pizzo Scalino e a sud ovest quella sul monte Disgrazia.


Partendo dal Rifugio Zoia, si raggiunge il muro della diga di Gera e si costeggia il lago fino all'alpe Gembrè. Da qui si sale verso il passo Confinale, fino a raggiungere il bivacco Anghileri-Rusconi.


Dal bivacco il sentiero è meno tracciato, per questo è necessario prestare attenzione ad individuare i segnavia (ometti o classici segnavia bianco-rossi).


Procedendo la salita verso destra, si giunge ad un canalino, che il sentiero taglia, per poi risalire, con un breve tratto esposto, uno speroncino roccioso: qui occorre prestare una particolare attenzione (in presenza di neve o con rocce bagnate, il passaggio è sconsigliabile).
Questo è l’unico passaggio delicato dell’escursione, superato il quale si approda ad un più tranquillo crinale erboso, risalito il quale ci si trova ai margini di una sorta di altipiano ondulato.

Da qui la traccia verso la cima risulta più marcata e intuitiva. Nell'ultimo tratto si sale verso la cima camminando su sfasciume / pietraia.

Pur essendo un'escursione senza particolari difficoltà tecniche, visto l'importante dislivello è consigliabile affrontarla con un buon allenamento.
Inoltre, considerato che in alcuni tratti la traccia risulta poco evidente è bene chiedere le informazioni sul percorso in rifugio.
Trattandosi di una zona isolata e poco frequentata, è un'escursione da affrontare solo con buone previsioni meteo (anche vista la scarsità di punti di riparo).


Durata: 4 ore di salita


Dislivello
: circa 1100 metri di salita

Il Rifugista è a vostra disposizione!

Una  volta arrivati al Rifugio Zoia, il rifugista è a vostra disposizione per qualsiasi informazione sugli itinerari, fornisce aggiornamenti sullo stato dei sentieri, presenza di eventuali pericoli (presenza di neve, frane, sentieri chiusi),  apertura dei rifugi in quota.
Con il rifugista potete anche consultare le previsioni meteo locali o chiedere suggerimenti relativi al percorso più idoneo in base alla propria preparazione e all’abbigliamento più adeguato sia in relazione al tipo di percorso che al meteo.
Prima di uscire per un’escursione è buona norma comunicare al rifugista la propria meta.


Nessun commento
Rifugio Zoia - Campo Moro, Lanzada (SO)
Tel. 3490061085 - 0342451405     rifugiozoia@gmail.com    P.IVA 00853250140
Rifugio Zoia - Campo Moro, Lanzada (SO)
Tel. 3490061085 - 0342451405     rifugiozoia@gmail.com
Torna ai contenuti | Torna al menu